Candida Maschile: cause, sintomi e rimedi principali

candida sul pene

La candida è una patologia che interessa il pene nei soggetti di sesso maschile e la vagina nei soggetti di sesso femminile. Si tratta di un’infezione facilmente risolvibile con una precisa cura.

La candida è una malattia che spesso viene associata ai soggetti di sesso femminile, ma che in realtà può anche interessare il pene, quindi anche gli individui di sesso maschile. Si parla di candida sul pene quando la candidosi fungina interessa gli uomini: si tratta di un’infezione abbastanza fastidiosa, ma che comunque è facile da curare con la giusta terapia.

La candida che interessa il pene in realtà è scatenata proprio dallo stesso agente patogeno responsabile della candida nei soggetti di sesso femminile: questo agente non è altro che il fungo noto come andida albicans. A differenza delle donne, nell’uomo la candida al pene causa spesso la balanite: si tratta di un’infiammazione fastidiosa e visibile del glande.

In aggiunta a questo, nei soggetti di sesso maschile la candida causa anche un’eruzione cutanea oppure il mughetto, che sarebbe la famosa candidosi orale. Scoprire se si soffre di candidosi è molto facile per gli uomini, in quanto questa porta con sé numerosissimi sintomi.

Ci sono comunque dei casi in cui questi sintomi possono essere confusi con manifestazioni tipiche di altre malattie: ecco perché si consiglia sempre di procedere con test più approfonditi, come le analisi del sangue oppure delle urine.

La candida sul pene, così come la candidosi che interessa le donne, può essere facilmente curata in poco tempo semplicemente seguendo una terapia basata sull’uso di farmaci antifungini, come il fluconazolo.

Cos’è la candida al pene

La candida maschile non è altro che l’infezione causata dal fungo candida albicans, la quale interessa moltissime donne in tutto il mondo: questa si manifesta con diversi sintomi che interessano anche il pene. Oltre a manifestarsi sul pene, così come si manifesta sulla vagina nelle donne, la candida maschile attacca anche la cute oppure la mucosa della bocca: ci sono rari casi in cui questa interessa addirittura il tratto orofaringeo.

Così come per le donne, anche nei soggetti di sesso maschile la candida non rappresenta una vera e propria minaccia per la salute: affinché vada via presto e senza lasciare segni evidenti sul corpo, è necessario solamente seguire una terapia adeguata. Il fungo che causa la nota candida, o candidosi al pene, è noto come candida albicans: esso è naturalmente presente all’interno del corpo umano.

Questo fungo in realtà vive specialmente negli ambienti caldi ed umidi, come ad esempio la gola, la bocca, il tratto gastrointestinale ed i genitali, quindi sia il glande che la vagina. Generalmente, si tratta di un fungo che non causa alcun problema all’essere umano: esso è un batterio buono che è presente naturalmente all’interno della flora batterica.

Tuttavia, quando c’è un abbassamento delle difese immunitarie, la candida albicans inizia a moltiplicarsi in modo molto veloce, causando appunto questa fastidiosa infezione che attacca le zone intime di uomini e donne.

Cause della candida al pene

La candida che interessa il pene, così come quella che può attaccare la vagina, si viene a formare sostanzialmente quando vi è un abbassamento dei meccanismi di difesa che controllano che il fungo candida albicans non si riproduca smisuratamente. Sostanzialmente l’infezione si manifesta quando il fungo inizia a riprodursi in modo incontrollato in seguito ad un abbassamento delle difese immunitarie.

Ci sono ovviamente numerosissimi fattori che possono portare, sia negli uomini che nelle donne, ad un abbassamento delle difese immunitarie, specialmente di quelle che sono preposte a proteggere il corpo da questo fungo che rappresenta un potenziale nemico.

Ad abbassare le difese immunitarie concorre innanzitutto un uso non attento degli antibiotici: questi farmaci riducono la flora batterica che si trova all’interno del corpo e che regola la proliferazione di alcuni microrganismi, come il fungo appena menzionato.

Anche un’igiene personale scarsa può portare all’abbassamento delle difese immunitarie ed al conseguente sviluppo di questa infezione che interessa i genitali: asciugare il pene o la vagina in modo approssimativo in seguito ad essersi lavati, favorisce la creazione di un ambiente umido, ottimo per questo fungo. Un altro fattore è anche l’utilizzo di detergenti per le zone intime di pessima qualità: si sconsiglia quindi di utilizzare gel-doccia oppure saponi che vanno ad irritare le zone intime, favorendo la proliferazione di funghi.

Infine, tra i fattori più comuni della candida c’è sicuramente l’immunodepressione: tutti i soggetti immunodepressi hanno un sistema immunitario molto debole, e che non riesce a proteggere l’organismo dalle infezioni. Ci sono moltissimi motivi per i quali un soggetto può essere immunodepresso, come ad esempio aver contratto l’AIDS, il consumo di farmaci che abbassano le difese immunitarie (immunosoppressori) oppure l’età avanzata.

Informazioni importanti

Oltre ai fattori già menzionati, ci sono anche altre cause che possono portare allo sviluppo di questa infezione che colpisce indistintamente uomini e donne. Soffrire di diabete mellito è un’altra causa di candida: nelle persone che soffrono di diabete, la quantità troppo alta di glucosio nel sangue favorisce la proliferazione del fungo candida albicans.

Anche le persone obese sono maggiormente soggette a sviluppare questa condizione, in quanto le pieghe causate dai rotoli di grasso sono ideali per la moltiplicazione di un fungo, in quanto calde ed umide. In aggiunta a questo, le persone che hanno un rapporto sessuale non protetto con qualcuno che soffre di candida può a sua volta contrarre la candidosi.

Nonostante ciò, è sbagliato considerare la candida una malattia sessualmente trasmissibile: secondo gli scienziati, è impossibile farla rientrare nella stessa categoria di patologie come sifilide oppure herpes genitale. Infine, utilizzare asciugamani, teli, biancheria intima oppure prodotti per l’igiene intima utilizzati da qualcuno che è infetto può sicuramente contribuire allo sviluppo dell’infezione.

Diagnosi e cura

Generalmente, per assicurarsi di aver contratto questa infezione, sia negli uomini che nelle donne, è necessario sottoporsi ad un esame obiettivo dopo la comparsa dei primi sintomi: il medico può analizzare nello specifico la sintomatologia ed anche la storia clinica del soggetto. Tuttavia, ci sono dei casi in cui il dubbio viene confermato tramite alcuni test specifici come le analisi del sangue, il tampone oppure l’esame delle urine.

Una volta che si iniziano a notare i primi sintomi della candida, è ovviamente necessario sottoporsi ad una visita medica attenta, la quale tenga in considerazione anche della storia clinica del paziente. Le informazioni riguardo la storia clinica del paziente sono molto importanti al fine di scoprire quali sono i fattori che hanno contribuito allo sviluppo di questa infezione che interessa i genitali, sia nelle donne che negli uomini.

Una volta stabilito che si tratti di candida, in base all’anamnesi e ai sintomi presentati dal paziente, il medico deve fornire una terapia farmacologica adeguata al fine di arrestare la proliferazione della candida albicans. Sia nei soggetti di sesso femminile che in quelli di sesso maschile, la candida si cura facilmente utilizzando dei farmaci che svolgono un’azione anti-fungina: si tratta sostanzialmente di farmaci antimicotici.

Ci sono alcuni casi in cui potrebbe rivelarsi utile anche l’impiego di farmaci particolari, come i corticosteroidi a somministrazione topica. Tra i farmaci più impiegati per trattare questa condizione è possibile menzionare il fluconazolo (che si utilizza specialmente in caso di balanite) ed i derivati dell’imidazolo (specialmente quando i sintomi si presentano in bocca o sulla pelle).

Ovviamente, nel corso della cura è importante non trascurare la propria igiene intima, la quale gioca un ruolo importantissimo nella proliferazione di questo fungo.

Un integratore Energetico creato con una formula naturale, usato per migliorare le proprie prestazioni da migliaia di uomini per un piacere più intenso e duraturo.

Viroostill – VR Services SRL Single-member P.IVA IT 02698200991 – Sede Legale in Genova, Via Colombo 6 CAP:16121 – Cap. sociale: 10.000,00€

CarrelloX
Il tuo carrello è vuoto