Cos’è l’erezione e come mantenerla duratura

come avviene l'erezione

L’erezione peniena è un fenomeno comunissimo che coinvolge tutti gli uomini, e che si può manifestare anche più volte al giorno se si è sufficientemente stimolati. Quando si parla di erezione del pene, si fa riferimento ad un fenomeno per il quale i corpi cavernosi del pene si riempiono di sangue.

Inoltre, vi è in contemporanea anche la chiusura del deflusso del sangue venoso da parte dei corpi e del tessuto spugnoso del quale è composto il glande: il glande è la zona superiore del pene, ed è estremamente sensibile agli stimoli perché ricco di recettori nervosi. Il pene è invece composto da due corpi cavernosi disposti in modo parallelo, e all’interno di essi si trova il tessuto arterioso, che prende il nome di corpo spongioso.

I corpi cavernosi che si trovano nel pene sono ricoperti da una spessa fascia che prende il nome di albuginea: essa permette al pene di allungare la propria misura anche di due volte rispetto a quando è a riposo. Generalmente, la lunghezza del pene in erezione varia dai dodici ai sedici centimetri, ma questa varia da uomo ad uomo.

Il meccanismo erettivo non ha problemi nella maggior parte dei casi. Tuttavia ci sono dei fattori che possono pregiudicarlo come un deficit di afflusso di sangue dalle arterie o un’alterazione del deflusso venoso. L’erezione del pene si conclude con l’orgasmo e la conseguente eiaculazione: questa dura dai due ai sette minuti nella maggior parte delle persone.

Significato di erezione del pene

Il significato della parola erezione del pene è un riflesso spinale che causa l’aumento delle dimensioni ed anche del turgore del pene: si tratta di un fenomeno che avviene quando l’uomo è eccitato a causa di stimoli di natura varia e diversa. Molti si chiedono cos’è un orgasmo dal punto di vista fisiologico: questo è il risultato di un’interazione tra diversi elementi del corpo umano.

Nel corso dell’erezione moltissimi elementi intervengono, come elementi ormonali, nervosi, vascolari, psicologici ed anche genitourinari. Generalmente, l’erezione è controllata dal sistema nervoso autonomo, e proprio per questo motivo è totalmente involontaria: questa è causata dall’attivazione tattile dei recettori che si trovano sul glande o in altre zone erogene.

Gli stimoli che provengono dal glande vengono poi trasferiti in particolari centri di controllo spino-sacrali, i quali hanno il compito di elaborarli e di scatenare degli eventi biochimici che causano appunto l’erezione. Ci sono poi altri centri spinali che si trovano più in alto che raccolgono addirittura dei segnali che provengono dalla vista, dall’olfatto, dall’udito e dalla mente.

L’insieme di tutti questi impulsi causa una risposta all’interno dei centri di controllo spinali: quando i segnali eccitatori hanno la meglio, vengono inibite le efferenze simpatiche che causano la vasocostrizione delle arterie peniene.

Come avviene l’erezione

Nel corso dell’erezione e dell’eiaculazione ci sono quindi moltissimi elementi del sistema nervoso centrale e periferico che interagiscono tra di loro: si può parlare quasi di un meccanismo a cascata che coinvolge aree diverse tra loro. Tra queste è possibile menzionare la corteccia cerebrale, il sistema limbico, l’ipotalamo, il midollo spinale, l’apparato vascolare, l’asse ipotalamo-ipofisi-gonadi e l’attività endocrina periferica.

Le strutture appena menzionate sono importantissime nell’ambito della sessualità, sia creativa, che ricreativa che procreativa. Per raggiungere l’erezione non c’è bisogno di stimolare il pene solamente con il tatto, ma anche con altri strumenti come l’immaginazione, l’olfatto, l’udito e così via.

Un evento comunissimo a moltissimi uomini è sicuramente quello delle erezioni notturne: si tratta di un fenomeno che si può ripetere addirittura tre volte in una sola notte. Questo evento è del tutto involontario e si verifica nel corso delle fasi di sonno profondo, ma non vengono recepite dal soggetto.

Si tratta di un fenomeno importante in quanto indica la corretta funzionalità erettile del soggetto: c’è anche un test chiamato Nocturnal Penile Tumescence per stabilire appunto se il soggetto è sano da questo punto di vista.

Impotenza del pene

Una definizione molto più complessa è sicuramente quella di impotenza, in quanto insieme a delle problematiche di disfunzione erettile si può aggiungere anche la mancanza di desiderio sessuale, chiamato appunto libido. Al fine di comprendere se si soffre di impotenza viene effettuato il test intracavernoso.

Nella pratica, si tratta di un test che favorisce un’erezione in modo artificiale nell’uomo: nel corso di pochi minuti, questa viene registrata con un attrezzo specifico, chiamato ecocolordoppler dinamico. In base alla durata del flusso delle arterie ed anche alla comparsa del deflusso, questo strumento giudica l’entità della disfunzione che colpisce il soggetto.

Si può parlare di impotenza nei casi in cui, insieme alla disfunzione erettile grave, ci sono anche delle disfunzioni ormonali come il testosterone totale e libero, gli ipogonadismi, l’iperprolattinemia, l’iperestrogenismo, l’eccesso di estrogeni esogeni ed infine l’andropausa. In questi casi, andando a curare il difetto ormonale grazie a delle terapie mirate, si possono ottenere dei risultati ottimi e soprattutto duraturi nel corso del tempo.

Cause della disfunzione erettile

Sono diverse le cause che possono portare alla comparsa della disfunzione erettile e anche dell’impotenza: queste variano in modo significativo da soggetto a soggetto, specialmente in base all’età. In primis, ci sono delle cause psicogene, come una forte presenza psichica che inibisce l’attivazione del circolo che porta all’erezione: in tal caso, la terapia è lunga e difficile e deve essere trattata su più fronti.

Ci sono poi delle cause organiche come ad esempio i difetti della circolazione, problemi endocrini ed ormonali, problemi neurologici, lesioni del midollo spinale, traumi incidentali oppure iatrogeni-chirurgici, rottura del pene, traumi del pene…

Ci sono infine anche delle cause miste: si tratta di diverse infezioni e patologie che possono portare a soffrire di disfunzione erettile, come il diabete, alcune infezioni batteriche e micotiche come la candida o la clamidia. Tali malattie portano nel 30% dei casi alla comparsa della disfunzione erettile e dell’eiaculazione precoce secondaria.

Psicologia e cibo per l’erezione

Quando si parla di erezione, una tematica che non può assolutamente essere ignorata è l’aspetto psicologico: questi hanno un ruolo fondamentale positivo oppure negativo in tutte le fasi dell’interazione sessuale. In primis, tutti i cinque sensi e il pensiero di un qualcosa di negativo può causare la perdita di un’erezione già conclusa oppure impedire del tutto l’erezione.

Si hanno anche delle eiaculazioni precoci in alcuni casi, addirittura prima della penetrazione; in altri casi si può manifestare l’eiaculazione ritardata oppure del tutto assente. Questi eventi avvengono in soggetti sani dal punto di vista fisiologico: ecco perché bisogna avvalersi dell’aiuto di uno psicologo in certi casi per capire quali sono gli aspetti psicologici che pregiudicano la propria vita sessuale.

Ci sono poi anche degli alimenti afrodisiaci che si possono consumare al fine di favorire l’erezione del pene: si tratta di alimenti che hanno odori particolari, colori accesi e un bell’aspetto. Questi alimenti sono in grado di stimolare i recettori sessuali, favorendo sicuramente l’eccitazione e di conseguenza anche l’erezione.

Tra questi alimenti è possibile menzionare il pesce azzurro come il merluzzo, i crostacei come ostriche e caviale: si tratta di alimenti ricchi di iodio, fosforo, zinco e arginina, che è un potente vasodilatatore. Il cioccolato è inoltre afrodisiaco in quanto vasodilatatore: si menzionano poi il curry, la liquirizia, le nocciole, l’olio di oliva, la maca peruviana, molte spezie come zafferano, ginseng, anice, noce moscata… Sono afrodisiaci anche il vino rosso, il tartufo, il potassio, il tè, il matè, il caffè. Ecco quindi come avviene l’erezione a tavola.

Un integratore Energetico creato con una formula naturale, usato per migliorare le proprie prestazioni da migliaia di uomini per un piacere più intenso e duraturo.

Viroostill – VR Services SRL Single-member P.IVA IT 02698200991 – Sede Legale in Genova, Via Colombo 6 CAP:16121 – Cap. sociale: 10.000,00€

CarrelloX
Il tuo carrello è vuoto