Dimensione e misure del pene: ecco i valori medi

dimensione del pene

La dimensione del pene è un argomento che preoccupa moltissimi uomini in tutto il mondo: essi temono infatti che le dimensioni del proprio organo sessuale non siano sufficienti per avere dei rapporti sessuali soddisfacenti con una donna. Purtroppo si pensa da sempre, a causa di credenze obsolete e sbagliate, che le dimensioni del pene siano un metro di giudizio per la mascolinità e la virilità di un uomo.

Inoltre, moltissime persone credono che la dimensione del pene sia importante per avere successo sotto le coperte: infine, ci sono alcune culture che associano la dimensione del pene alla forza, al coraggio ed alla fertilità. Questo viene confermato anche da numerosi sondaggi e ricerche, le quali confermano che ci sono davvero migliaia e migliaia di uomini che credono che il loro pene non sia sufficientemente grande per avere una vita sessuale felice.

In realtà questi sondaggi evidenziano anche che moltissimi uomini e numerose donne non hanno per nulla conoscenza di quali siano le reali dimensioni medie di un pene umano. Ecco perché, al fine di non preoccuparsi riguardo le proprie dimensioni e quelle del proprio partner, è più che importante capire quali sono le dimensioni medie del pene, sia eretto che flaccido. Solo così si potrà capire se le dimensioni del proprio pene siano troppo grandi o troppo piccole.

Anatomia e dimensione del pene

Prima di conoscere qual è la dimensione del pene in media nel mondo e in Italia, è importante sopperire alla mancanza di conoscenza che moltissime persone hanno in campo di anatomia. Il pene è l’organo principale dell’apparato genitale maschile: esso, nel corso dell’atto sessuale, emette lo sperma.

Il pene si trova a livello pelvico, all’interno dell’area pubica ed è circondato da peli: questo confina con l’addome inferiore nella parte superiore, mentre nella parte inferiore confina con lo scroto, che è la sacca testicolare. Il pene ha la forma di un cilindro, è interamente coperto di pelle ed è diviso in radice, asta e glande.

La radice è la parte che si aggancia all’area pubica, mentre l’asta è la porzione centrale e più lunga del pene: al suo interno ci sono i corpi e le arterie cavernose, che hanno come scopo quello di favorire l’erezione. All’interno dell’asta c’è poi il corpo spongioso, al cui interno è contenuta gran parte dell’uretra maschile.

L’ultima parte è quella del glande che ha una forma di cupola e che si pone alla fine dell’asta: questa parte è coperta dal prepuzio ed è ricca di terminazioni nervose sensitive. Ecco perché il glande è percettivo alle stimolazioni sessuali che hanno come fine l’eccitazione e la riproduzione.

Parametri per definire le misure del pene

Al fine di definire quelle che sono le reali misure del pene è necessario prendere in considerazione due importanti fattori, cioè la lunghezza (che si misura dalla radice alla punta del glande) e la circonferenza (che si misura alla metà del corpo).

Ci sono poi diversi fattori che influiscono sulle dimensioni del pene, come ad esempio:

  • il suo stato al momento: il pene può essere sia flaccido che eretto, e come è risaputo, le sue dimensioni aumentano nel corso dell’erezione in quanto c’è un afflusso di sangue maggiore;
  • l’età: gli uomini adulti hanno ovviamente il pene più lungo rispetto a quelli più piccoli. Generalmente, il pene non smette di crescere fino al compimento del ventunesimo anno di età;
  • fattori ambientali: il caldo, il freddo, l’acqua… Il pene è rivestito da un tessuto muscolare unico, il quale riduce o aumenta le sue dimensioni in base a quelli che sono gli stimoli esterne. Il freddo, ad esempio, rende il pene molto più piccolo.

Per quanto riguarda la dimensione del pene in un uomo adulto, generalmente allo stato flaccido la lunghezza è di nove centimetri, mentre la circonferenza è di nove centimetri e mezzo. Si ricordi che però non esistono correlazioni tra le dimensioni del pene flaccido ed eretto: molti studi hanno mostrato proprio la grande differenza di misura tra un pene flaccido ed uno eretto.

Le dimensioni durante l’erezione

Un particolare studio condotto su più di tremila uomini ha dimostrato che la lunghezza media del pene flaccido ma stirato manualmente arriva a dodici centimetri e mezzo: dunque, le dimensioni di un pene flaccido variano se il pene viene stirato. Uno studio britannico del 2015 che ha coinvolto più di quindicimila uomini ha invece indagato sulle dimensioni medie del pene eretto.

Secondo questo studio, la lunghezza media si aggira intorno ai 13,12 centimetri, mentre invece la circonferenza, si aggira intorno agli 11, 66 centimetri. Ovviamente, le dimensioni in fase di erezione sono molto più importanti in quanto vengono utilizzate come metro di misura dell’organo sessuale maschile.

Ci sono numerosi altri studi condotti sulla lunghezza del pene in fase di erezione, tra cui una ricerca del 1990 che ha stimato che la lunghezza media del pene in erezione è di 12,9 centimetri.

Nel momento in cui le dimensioni del pene non riescono a raggiungere dei particolari parametri di lunghezza, allora è possibile parlare di malattie: una tra le più diffuse è sicuramente quella del micropene. Si parla di micropene specialmente quando nel neonato, il pene stirato è più corto di un centimetro e mezzo.

Si può riscontrare il micropene in un soggetto adulto quando il pene in erezione non è in grado di superare i sette centimetri di lunghezza. La presenza di questa condizione è associabile ad una varietà di problematiche diverse.

Tra le conseguenze del micropene è sicuramente possibile menzionare dei problemi con la minzione, problemi di fertilità, rapporti sessuali difficili e addirittura depressione causata da una vita sessuale poco appagante. In moltissimi casi, la condizione del micropene è causata da una scarsissima produzione di testosterone, che è l’ormone sessuale maschile principale per la crescita del pene.

Al giorno d’oggi, gli uomini che soffrono di questa condizione possono avvalersi di numerosi trattamenti diversi, sia chirurgici che farmacologici: tuttavia, i risultati che si possono avere seguendo queste terapie sono estremamente incerti. Pensare troppo alle dimensioni del proprio pene, e soprattutto pensarci in modo negativo, può sicuramente avere delle gravi ripercussioni sulla sfera psicologica.

Le ripercussioni psicologiche

Moltissimi uomini pensano che avere un pene di 15 cm sia la soluzione ai problemi di tutta la propria vita: si tratta comunque di una dimensione del pene al di fuori di quella che è la media mondiale. Ecco perché ci sono numerosi uomini non soddisfatti dalla dimensione del proprio pene.

Questo ovviamente porta a vivere una fortissima ansia ed una grande sensazione di disagio, specialmente nei momenti in cui gli altri potrebbero notare questa particolare debolezza. Questi problemi portano quindi moltissimi uomini ad avere problemi anche nel fare le più semplici e comuni delle cose, come avere un rapporto sessuale oppure stare senza vestiti in uno spogliatoio pubblico.

Diventa dunque evidente che la dimensione del pene, quando presa troppo seriamente, può pregiudicare proprio la qualità di vita di un individuo, alle volte anche in modo del tutto irrisolvibile. Tuttavia, se ci si sente soli in questo problema, è assolutamente necessario parlarne con uno psicologo o con qualcuno che sia in grado di ascoltare: questa è l’unica soluzione giusta. Un supporto psicologico aiuta sicuramente l’uomo che soffre di problemi con il proprio pene.

Un integratore Energetico creato con una formula naturale, usato per migliorare le proprie prestazioni da migliaia di uomini per un piacere più intenso e duraturo.

Viroostill – VR Services SRL Single-member P.IVA IT 02698200991 – Sede Legale in Genova, Via Colombo 6 CAP:16121 – Cap. sociale: 10.000,00€

CarrelloX
Il tuo carrello è vuoto