Disfunzione erettile (impotenza maschile): cause e rimedi

impotenza

La disfunzione erettile è la mancata abilità di mantenere l’erezione anche in presenza di desiderio sessuale. La disfunzione erettile è particolarmente diffusa tra gli individui di sesso maschile over 40. Generalmente viene indicato con il impotenza e questa condizione no permette di avere dei rapporti sessuali soddisfacenti. In Italia circa 1 uomo su 8 soffre di un deficit dell’erezione.

L’erezione è un riflesso spinale e consiste in un maggior afflusso di sangue nelle arterie cavernose e quindi nei corpi cavernosi. Dopo questo afflusso di sangue avviene l’aumento del turgore e della grande del pene.

Durante il turgore se l’afflusso del sangue è sufficiente allora si potrà avere un elevazione del pene, viceversa se l’afflusso di sangue è minore delle esigenze richieste dal pene allora la capacità sarà inferiore alle effettive capacità dei corpi cavernosi.

L’erezione è una complicata risposta organica che è lo specchio dello stato di eccitazione negli individui di sesso maschile. È il mix perfetto di meccanismi endocrini, neurologici, vascolari, muscolari ed emozionali. Il pene è l’organo riproduttivo maschile, la sua funzione principale è quella di trasferire all’interno dell’utero della donna il liquido seminale, una sostanza ricca di spermatozoi che sono necessari per la riproduzione della specie.

Il fallo è anatomicamente composto da tratti distintivi: i due corpi cavernosi dove sono situate le arterie cavernose, il corpo spongioso dove si trova l’uretra che fa da canale all’espulsione dello sperma e dell’urina.
Il glande la parte esterna del pene e dove risiede il meato urinario, infine il prepuzio lo strato di pelle che ricopre il glande.

Che cos’è la disfunzione erettile

Alla luce di quanto detto per poter avere un rapporto soddisfacente oppure per poter mettere in atto un concepimento, è necessario che ci sia un erezione. L’erezione consente di penetrare e godere al meglio del rapporto sessuale sia per fini ludici sia per fini riproduttivi.

In alcuni casi però questa funzione può essere inibita e in alcuni soggetti può capitare che non ci sia un’erezione anche se il desiderio è forte: il 13% della popolazione maschile soffre di disfunzione erettile e i soggetti che ne soffrono provano un profondo imbarazzo e vergogna. Può avere delle ripercussioni sull’umore, nelle relazioni di coppia e sulla qualità della vita sociale.

Certamente avere sporadici problemi di erezione non è preoccupante ma la disfunzione erettile si manifesta con costanza e nel tempo ed è dunque idoneo andare dal proprio medico per rintracciare l’origine della disfunzione.

Per i soggetti che soffrono di disfunzione erettile si manifestano spesso episodi di forte stress, riduzione dell’autostima e soprattutto, se non c’è dialogo e onestà, può incrinare i rapporti di coppia. La disfunzione erettile, oltre ad essere un problema di per sé, può essere il sintomo anche di altri fattori di rischio e potrebbe essere un campanello d’allarme da tenere sotto controllo.

Tra le cause ci sono per esempio le patologie legate all’apparato circolatorio. I sintomi con cui si manifesta la disfunzione erettile sono due: difficoltà ad avere un’erezione e la difficoltà a mantenere l’erezione.

Cause principali

Inizialmente si credeva che le cause della disfunzione erettile fossero legate esclusivamente alla sfera psicologica. Ad oggi invece molti scienziati hanno potuto dimostrare che sono molteplici i fattori che causa una disfunzione erettile. Le cause di natura fisica della disfunzione erettile dipendono da vere e proprie patologie oppure da situazioni mediche e possono essere:

  • cause organiche da trauma quindi tutte quelle situazioni in cui si sono avuti dei traumi al pene e quindi conosciuta come disfunzione erettile post-traumatica;
  • cause fisiche neurologiche: sono tutte quelle condizione che implicano il coinvolgimento del sistema nervoso e di tutte le azione che svolge sul pene; sono definite come disfunzione erettile neurogena;
  • cause fisiche vascolare: tutte quelle condizioni in cui è compromesso l’afflusso di sangue al pene e vengono definite disfunzione erettile vasculogenica;
  • disfunzioni organiche anatomiche: tutte le condizioni mediche in cui si hanno delle malformazioni anatomiche del pene;
  • cause fisiche ormonali: sono tutte quelle problematiche che provengono dall’alterazione della produzione degli ormoni.

Ci sono poi le disfunzioni erettili causate dall’assunzione di farmaci. Tra questi ci sono i diuretici che vengono impiegati per aumentare la produzione di urina e che vengono usati per l’ipertensione, le malattie urinarie e l’insufficienza cardiaca.

Gli antipertensivi come i beta bloccanti

Poi ci sono i fibrati come i farmaci per il trattamento dell’ipertrigliceridemia e farmaci ipolipemizzanti che abbassano il livello di lipidi nel sangue. I farmaci antipsicotici come ad esempio quelli che si usano per il trattamento della schizofrenia. I corticosteroidi ossia i farmaci a base di cortisolo come gli antinfiammatori o i soppressori del sistema immunitario.

Poi ci sono gli antistaminici per il trattamento delle reazioni allergiche e gli anticonvulsivanti per il trattamento dell’epilessia. Infine i citotossici ossia tutti quei farmaci che sono impiegati durante le chemioterapie.

Ci sono poi le cause della disfunzione erettile legate alla sfera psicologica. Infatti, come detto in precedenza le cause della disfunzione erettile sono legate a meccanismi di origine emozionale. Quindi una buona erezione dipende anche dallo stato psicologico degli individui. Infatti ansia, depressione, traumi emotivi possono inibire la capacità di avere un’erezione.

Un primo passo per ottenere una diagnosi di disfunzione erettile è bisogno fare uno screening generale dello stato di salute del paziente in modo che il medico sia in grado di identificare le cause del problema. Il medico sarà in grado di capire se sono presenti malattie croniche, problemi psicologici o altro. I test che si effettuano per per avere una diagnosi di disfunzione erettile sono:

  • esami del sangue: indispensabili per verificare se sono in corso malattie, basso testosterono, diabete, e livelli ormonali;
  • esame doppler: un test che implica l’utilizzo di un dispositivo che viene passato sopra i vasi capillari che portano il sangue al pene, si ricrea così un’immagine a video del flusso sanguigno;
  • esami psicologico: capire quali sono i problemi che portano alla disfunzione erettile legate alla psiche come la depressione;
  • esame delle urine: per trovare tracce di diabete o altri problemi di salute.

Terapia per l’impotenza maschile

Una volta avuta una diagnosi di disfunzione erettile il medico sarà in grado di dare la giusta terapia per poter trovare una soluzione. In base alla causa che ne scaturisce l’impotenza si avrà una specifica terapia.

È bene chiarire che i farmaci per l’impotenza e per la disfunzione erettile non sono degli afrodisiaci e quindi sono inutili per gli uomini che non soffrono di questa disfunzione sessuale.

Questi farmaci supportano e potenziano l’ossido nitrico che è il principale attore nel rilascio di sangue nei vasi del pene. Gli effetti indesiderati di questi farmaci sono: alterazioni della vista, arrossamento cutaneo, disturbi allo stomaco, mal di testa, naso chiuso, mal di schiena. Ci sono poi altri rimedi che non prevedono l’uso di farmaci come le pompe peniene.

Le pompe peniene possono essere azionate a mano o a batteria, il tubo viene posizionato sopra la pompa per aspirare l’aria a indurre l’afflusso di sangue al pene. Viene poi posto un anello elastico alla base del pene per mantenere l’erezione, in questo modo è possibile avere un rapporto sessuale soddisfacente. Al termine dell’orgasmo si può rimuovere l’anello.

Il modo migliore per poter prevenire la disfunzione erettile è certamente seguire uno stile di vita sano ed equilibrato e non trascurare la propria salute fisica e mentale. Poiché è semplici consigli: seguire con attenzione le cure mediche per il diabete e le malattie cardiovascolari, effettuare esami di routine, smettere di fumare, limitare l’uso di alcol e non usare le droghe illegali, fare attività fisica, ridurre lo stress e chiedere aiuto in caso di ansia e depressione.

Virgostill – VR Services SRL Single-member P.IVA IT 02698200991 – Sede Legale in Genova, Via Colombo 6 CAP:16121 – Cap. sociale: 10.000,00€

CarrelloX
Il tuo carrello è vuoto