apatia sessuale

L’apatia sessuale è un disturbo caratterizzato da una marcata indifferenza o disinteresse verso l’attività sessuale. Può derivare da diverse cause, tra cui la depressione, lo stress, problemi relazionali o fattori fisiologici.

Questo stato di indifferenza può nuocere alla vita di coppia, creando tensioni nella relazione e influenzando il benessere emotivo complessivo.

Affrontare l’apatia sessuale richiede, innanzitutto, una valutazione approfondita delle cause sottostanti al problema. Dopodiché, oltre alla scelta di uno stile di vita sano, in molti casi è necessario anche un approccio terapeutico. Quest’ultimo può includere terapie al singolo o di coppia, consulenza sessuale e, se necessario, trattamenti medici.

Anche la comunicazione aperta con il partner è fondamentale.

Ma cerchiamo di conoscere meglio il problema per capire come affrontarlo nel modo più efficace.

Di cosa si tratta

L’apatia sessuale coinvolge sia uomini che donne, con importanti implicazioni sulla sfera emotiva e di coppia. Esso è influenzato da molteplici fattori psicologici, relazionali e fisiologici e può avere diversa natura:

Nella diagnosi del disturbo dell’apatia sessuale, il contesto interpersonale è cruciale e un minore desiderio rispetto al partner da solo non è sufficiente per la diagnosi. È, perciò, sempre essenziale considerare il problema in una prospettiva ampia, analizzando anche l’eventuale presenza di pensieri e fantasie sessuali.

Approfondiamo il problema partendo dai suoi sintomi negli uomini e nelle donne. Conosciamone le cause principali, siano esse fisiologiche, psicologiche o collegate a fattori ormonali, che incidono sulla vita sessuale.

Apatia sessuale donna

L’apatia sessuale femminile colpisce la risposta di eccitamento nelle donne, spesso associata a vari fattori psicologici e fisiologici.

Una donna affetta da apatia sessuale, pertanto, mostra disinteresse nelle attività sessuali e difficoltà nell’eccitamento, evitando l’iniziativa nelle interazioni intime e causando tensioni nella relazione.

La sua ridotta risposta ai segnali del partner può generare sentimenti di frustrazione, tristezza o senso di colpa, con forti ripercussioni sulla qualità della relazione. Da qui spesso derivano problemi nella coppia.

La mancanza di desiderio sessuale nelle donne non deve essere confusa con il vaginismo o la vaginite. Questi disturbi possono, però, esserne le cause, poiché il timore di provare dolore o disagio può, nel tempo, portare a una diminuzione del desiderio nei confronti dell’attività sessuale.

Apatia sessuale uomo

L’apatia sessuale maschile si traduce in un marcato disinteresse verso l’attività sessuale.

Uomini affetti da questo disturbo spesso non prendono l’iniziativa nei rapporti sessuali e possono mancare di attenzione ai segnali del partner.

La ridotta risposta di eccitamento può tradursi in difficoltà a sperimentare piacere durante l’intimità.

Anche nell’uomo, questa condizione può portare a sentimenti di frustrazione, bassa autostima e talvolta contribuire a sintomi depressivi, causando tensioni e compromettendo la relazione col partner.

Bisogna anche considerare, però, che con il progredire dell’età, per l’uomo è normale sperimentare un declino naturale del desiderio sessuale. In questo caso, il disturbo dell’eccitazione sessuale può associarsi a disfunzioni erettili o problemi di eiaculazione, influenzando il desiderio.

Cause dell’apatia sessuale

Le cause dell’apatia sessuale possono derivare da molteplici fattori organici, psicologici e dall’uso di alcuni farmaci.

In generale, possiamo annoverare tra le cause:

Sintomi dell’apatia sessuale

La diminuzione del desiderio sessuale si traduce, come abbiamo detto, in un’abbassamento della voglia di avere rapporti sessuali, sia spontanei che in risposta a stimoli. Può presentarsi come un problema di desiderio sessuale troppo basso o addirittura come una vera paura e evitamento del sesso.

Questo calo non avviene sempre soltanto in funzione dell’età e della durata della relazione. Talvolta, come abbiamo anticipato, è influenzato dalla salute, dallo stile di vita, dagli ormoni e dall’uso di alcuni farmaci, oltre a fattori psicologici.

Si tratta di una condizione che può causare disagio sia per la persona che la vive che per il partner.

Perdita di interesse e desiderio

La perdita di interesse e desiderio sessuale rappresenta un problema diffuso e in crescita. Secondo le più recenti statistiche coinvolge circa il 35% delle donne e quasi il 25% degli uomini.

Il problema colpisce anche le coppie giovani, in cui è spesso legato a pregiudizi sessuali o educazione restrittiva. Le cause del calo del desiderio sono, però, molto varie e tra esse hanno un forte peso noia, routine, stress e ansie legate all’invecchiamento.

Le donne, soprattutto a partire dalla premenopausa, possono sentirsi meno attraenti, mentre negli uomini può sorgere un vero timore per le proprie prestazioni.

Anche ansia, depressione, stress e abuso di tecnologia digitale sono frequenti cause di questo declino. In particolare, secondo studi condotti negli Stati Uniti, chi trascorre molto tempo sui social, riscontra maggiori problemi nella vita di coppia e nei rapporti sessuali.

Riduzione della risposta fisica

La riduzione della risposta fisica agli stimoli sessuali è un sintomo rilevante dell’apatia sessuale, spesso connesso a fattori depressivi o relazionali con il partner.

Ma anche l’utilizzo eccessivo di sostanze come alcol e droghe può contribuire all’insorgere di disturbi sessuali come l’apatia. Inoltre, vari farmaci, come quelli per la depressione, ansia, pressione alta o problemi ormonali, possono esercitare un impatto negativo sulla libido.

In alcune situazioni, anche la terapia estrogenica orale e l’uso di contraccettivi ormonali sono associati alla riduzione della risposta sessuale.

Ridotta frequenza delle attività sessuali

Chi soffre di apatia sessuale tende volontariamente a ridurre la frequenza delle attività sessuali.

Come anticipato, questa mancanza di interesse può verificarsi naturalmente con l’avanzare dell’età durante la menopausa e l’andropausa. Quando, però, si manifesta in età più giovane, può indicare un disturbo collegato a disagi nella coppia o un vero e proprio disagio col sesso.

In questi casi, è cruciale monitorare attentamente la situazione, comprenderne le radici e affrontare il problema.

Generalmente è fondamentale riconoscere le specifiche cause psicologiche, fisiche o relazionali, sviluppando un piano di azione mirato con l’aiuto di un professionista, se necessario.

Come contrastare l’apatia sessuale

La cura dell’apatia sessuale richiede approcci su misura, sia singoli che integrati, adattati alle necessità di ogni individuo.

In ogni caso, la volontà di affrontare il problema è fondamentale, così come il parlare apertamente nella coppia gioca un ruolo centrale.

Si può ricorrere a integratori sessuali potenti naturali o coinvolgere un professionista della salute sessuale, che sviluppi un piano di trattamento su misura.

La volontà di cercare aiuto è, dunque, un passo cruciale verso il superamento dell’apatia sessuale. Attraverso di esso è possibile migliorare la qualità della vita intima e rafforzare il legame nella coppia.

Modifiche nello stile di vita e nella salute generale

Innanzitutto adottare uno stile di vita sano, che includa una dieta equilibrata, attività fisica regolare e gestione dello stress, può migliorare la salute generale e la risposta sessuale.

Non ci stanchiamo di ripetere che ridurre l’uso di sostanze nocive come alcol e tabacco può migliorare la funzione sessuale.

È importante introdurre nella dieta tutti gli ingredienti necessari al nostro benessere. Quindi il giusto apporto di carboidrati, proteine, vitamine e minerali è fondamentale per un’ottima funzionalità del nostro organismo.

In alcuni casi può essere utile fornire al nostro corpo un vero e proprio booster di energia anche per l’attività sessuale. Sono molto utili a questo scopo gli integratori per la libido maschile e femminile a base di ingredienti specifici per aumentare il desiderio e migliorare le prestazioni.

Terapia sessuale o di coppia

La terapia sessuale o di coppia è un intervento professionale mirato ad affrontare l’apatia sessuale.

Condotta da sessuologi, psicologi o terapisti specializzati, si concentra sulla comprensione delle dinamiche relazionali e dei fattori psicologici che contribuiscono alla diminuzione del desiderio.

La terapia può avvenire in un contesto privato, come studi psicologici o cliniche specializzate, e coinvolge la coppia o il singolo.

Questo importante passo verso il recupero della salute sessuale e relazionale rappresenta per molti pazienti un momento importante nella crescita della relazione. Non si limita al superamento del problema sessuale, ma a una nuova intesa di coppia.

Trattamento psicologico

Il trattamento psicologico o la terapia cognitivo-comportamentale (CBT) possono essere efficaci nel trattare l’apatia sessuale, affrontando le cause psicologiche sottostanti come ansia, stress o problemi di autostima. Questi approcci possono aiutare a modificare schemi di pensiero negativi e migliorare la percezione di sé.

I benefici del trattamento psicologico aiutano il paziente nella comunicazione, nella gestione dello stress e nello sviluppo di strategie su misura per ripristinare l’intimità.

Come vedi, sono molteplici le vie che portano alla risoluzione dell’apatia sessuale. Il processo di guarigione richiede pazienza e un approccio mirato, partendo sempre dalle cause scatenanti il problema. Senza fretta, attraverso uno stile di vita sano e il supporto professionale, si possono affrontare e superare i disturbi, migliorando la salute sessuale e relazionale.