candida uomo asintomatica

La candida uomo asintomatica è forse un argomento di cui non si sente molto parlare. In effetti, la candida è una patologia che, nella maggior parte dei casi, interessa la donna. Può, tuttavia, colpire anche l’uomo.

Si parla di candidosi maschile, quando la micosi fungina interessa gli uomini. Si tratta di un’infezione abbastanza fastidiosa, per la quale è importante scoprire la causa scatenante e mettere in atto la terapia giusta.

La micosi genitale maschile che interessa il pene, in realtà, viene attivata proprio dallo stesso agente patogeno responsabile della candida nei soggetti di sesso femminile. Non è altro che il fungo noto come candida albicans.

A differenza delle donne, nell’uomo la candida al pene causa spesso la balanite da candida. Quest’ultima è anch’essa un’infiammazione del glande.

Nei soggetti di sesso maschile, l’infezione da candida causa un’eruzione cutanea oppure il mughetto, una nota candidosi orale.

Scoprire se si soffre di candidosi è molto facile per gli uomini. Anche se è chiamata candida asintomatica, porta con sé numerosi problemi.

Ci sono dei casi in cui questi sintomi possono essere confusi con manifestazioni tipiche di altre malattie. Proprio per questo motivo, si consiglia sempre di procedere con test più approfonditi. Ad esempio, gli esami del sangue o le analisi delle urine.

La candida nell’uomo, così come la candidosi cutanea che interessa le donne, può essere facilmente curata in poco tempo. L’importante è seguire una terapia basata sull’uso di farmaci antifungini come il fluconazolo.

Trattare subito la candida per evitare altri fattori di rischio correlati e la trasmissione sessuale dell’infezione è fondamentale!

Candida uomo asintomatica: cos’è

L’infezione da candida si presenta con diversi sintomi che, oltre a manifestarsi sull’organo sessuale maschile e sotto il prepuzio, attaccano anche la cute di altre parti del corpo. Una di queste è la mucosa della bocca.

Quando il sistema immunitario non reagisce alle cure, questa infezione può arrivare a interessare, addirittura, il tratto orofaringeo.

Così come per le donne, anche nei soggetti di sesso maschile, la candida non rappresenta una vera e propria minaccia per la salute. Affinché vada via presto e senza lasciare segni evidenti sul corpo, è necessario seguire una terapia adeguata.

Il fungo che causa la nota candida – candida albicans –  è naturalmente presente all’interno del corpo umano. Vive specialmente negli ambienti caldi e umidi, ad esempio la gola, la bocca, il tratto gastrointestinale e i genitali.

Generalmente, la sua presenza non causa alcun problema all’essere umano.

Esso è, infatti, un batterio buono che è presente naturalmente all’interno della flora batterica.

Quando c’è un abbassamento delle difese immunitarie, quest’infezione fungina maschile inizia a moltiplicarsi in modo molto veloce. Il risultato di questo processo è l’insorgenza di una fastidiosa infezione che colpisce le zone intime di uomini e donne.

A seconda della situazione generale presente, si può assistere, quindi, alla comparsa della candida uomo asintomatica o sintomatica.

Cause della candida al pene

La candida asintomatica nell’uomo interessa il pene, così come quella femminile interessa la vagina. Abbiamo visto che una delle cause è l’abbassamento delle difese immunitarie.

Sono diversi i fattori che possono portare a ciò, sia negli uomini che nelle donne, come ad esempio:

Un uso non attento degli antibiotici può ridurre la flora batterica all’interno del corpo e che regola il proliferare di alcuni microrganismi. Uno di questi è il fungo appena menzionato.

Un’igiene personale scarsa può portare all’abbassamento delle difese immunitarie e al conseguente sviluppo di questa infezione genitale. Inoltre, asciugare il pene o la vagina in modo non accurato dopo essersi lavati, favorisce la creazione di un ambiente umido, ottimo per questo fungo.

Un altro fattore che determina il rischio di infezioni del genere è l’utilizzo di detergenti per le zone intime di pessima qualità. Ecco perché gli esperti sconsigliano l’utilizzo di gel-doccia oppure saponi che non irritano le zone intime.

Infine, vi sono soggetti immunodepressi che hanno un sistema immunitario molto debole, che non riesce a proteggere l’organismo dalle infezioni come la candida uomo asintomatica.

Altre possibili cause dell’infezione fungina genitale

Soffrire di diabete mellito può essere un’altra causa di candida. Alcuni studi indicano come nelle persone che soffrono di diabete, la quantità troppo alta di glucosio nel sangue, può favorire la diffusione del fungo candida albicans.

Anche le persone obese sono maggiormente soggette a sviluppare questa condizione. Questo succede perché le pieghe causate dai rotoli di grasso cutaneo sono ideali per la crescita di un fungo, in quanto zone calde e umide.

Le persone che hanno rapporti sessuali non protetti con qualcuno che soffre di candida possono, a loro volta, contrarre la candidosi.

Candida asintomatica uomo: i sintomi

Come anticipato in precedenza, la candida nell’uomo è molto più semplice da scoprire per via dei sintomi con cui essa si manifesta. In genere, la candida maschile si presenta con delle striature evidenti, di colore biancastro, che provocano prurito.

In linea di massima, si presenta allo stesso modo sia nell’uomo che nella donna. Per il gentil sesso, la candidosi si potrebbe presentare con delle perdite bianche e con una sensazione di dolore durante i rapporti, oltre che bruciore durante la minzione.

Per gli uomini, si nota un’eruzione cutanea con arrossamento al glande. Alcuni, invece, avvertono una sensazione di bruciore sotto al prepuzio.

Anche per quello che riguarda la candida maschile è possibile che, tra i sintomi, si notino perdite biancastre e materiale caseoso intorno al prepuzio.

Tutti i sintomi collegati a questa infezione possono durare per diversi giorni o, addirittura, settimane. Se non ci si cura in maniera specifica, si può essere affetti da candida per un periodo di tempo molto lungo.

Tipologie di sintomi della candida nell’uomo

La candidosi maschile si può manifestare con la balanite, i cui sintomi specifici sono:

In alcuni casi, è anche possibile notare la formazione del mughetto, molto comune nella candida orale. Per quello che riguarda l’eruzione cutanea, essa si presenta con:

Queste manifestazioni cutanee si presentano con maggiore frequenza nelle zone di pelle che si trovano adiacenti per via dello sfregamento. Il trattamento che il medico deciderà di mettere in atto sarà adeguato a quella che è l’entità dell’infezione.

Se essa non è grave, si andrà a trattare la zona con delle creme antifungine che contengono dei derivati dell’imidazolo. Solo con il consiglio di un esperto sarà possibile procedere con un cura per la candida maschile a base di farmaci, da assumere per via orale.

La candidosi orale, invece, si presenta interessando le mucose della lingua e il palato. Si manifesta con placche biancastre, puntiformi. I sintomi più comuni sono:

Quando la forma di candida da cui si è affetti è lieve, il trattamento suggerito dal medico può consistere nell’utilizzo di collutori di composizione alcalina.

Trasmissione sessuale della candidosi

A differenza di ciò che in molti pensano, la candidosi non è da considerare come una malattia sessualmente trasmissibile. Questo perché il fungo staziona nel corpo di uomini e di donne, senza mai creare problemi.

Questo fino a quando non vi è una causa scatenante, per la quale il fungo mostra i suoi effetti.

La candida albicans colonizza raramente la zona genitale maschile. In buona sostanza, trasmettere la candida al proprio partner attraverso un rapporto sessuale è pressappoco impossibile.

I funghi per proliferare hanno bisogno di un ambiente che sia umido. Il glande in genere è secco e questo rende difficile il contagio.

In ogni caso, anche gli esperti non consigliano di avere rapporti non protetti durante l’infezione. Almeno fino a quando i sintomi non scompaiono. Questo viene consigliato perché la candida può causare fastidi e dolori.

In ogni caso, se si ha la candida, non è detto che la abbia anche il partner. Proprio per questo motivo non è consigliato il co-trattamento. Ovviamente, per una maggiore sicurezza, si consiglia di consultare il proprio medico di base.

Candida uomo asintomatica cura e rimedi

Per assicurarsi di aver contratto questa infezione, sia negli uomini che nelle donne, è necessario sottoporsi a un esame obiettivo dopo la comparsa dei primi sintomi.

Il medico può analizzare, nello specifico, i sintomi e anche la storia clinica del soggetto. Le informazioni riguardo la storia clinica del paziente sono molto importanti.

Esse, infatti, permettono di scoprire quali sono i fattori che hanno contribuito allo sviluppo di questa infezione che interessa i genitali, sia nelle donne che negli uomini.

Ci sono dei casi in cui il dubbio viene confermato tramite alcuni test specifici, come le analisi del sangue, il tampone oppure l’esame delle urine. Una volta stabilito se si tratta di candida, in base all’anamnesi e ai sintomi presentati dal paziente, il medico deve fornire un trattamento adeguato.

Sia nei soggetti di sesso femminile che in quelli di sesso maschile, i rimedi per la candida prevedono l’utilizzo di farmaci che svolgono un’azione anti-fungina. Si tratta dei famosi antimicotici.

Ci sono alcuni casi in cui potrebbe rivelarsi utile anche l’impiego di farmaci particolari, come i corticosteroidi a somministrazione topica.

Tra i farmaci più impiegati per trattare questa condizione è possibile menzionare il fluconazolo e i derivati dell’imidazolo.

Il primo si utilizza specialmente in caso di balanite da candida. I derivati dell’imidazolo vengono consigliati quando i sintomi dell’infezione da candida si presentano non solo nella zona del pene, ma anche all’interno della bocca e sulla pelle.

Ovviamente, nel corso della cura è importante non trascurare la propria igiene intima. Essa gioca sempre un ruolo molto importante per prevenire la proliferazione di questo fungo.

Consigli pratici per prevenire l’infezione genitale

Si sottolinea come utilizzare asciugamani, teli, biancheria intima scadente può contribuire allo sviluppo dell’infezione.

Quindi, la candidosi non è un’infezione da fungo comune solo nelle donne, nonostante l’ambiente genitale femminile sia molto più favorevole alla sua proliferazione.

Il fungo della candida nell’uomo è presente in tutti i corpi, ma non si manifesta a meno che non si presentino le condizioni adatte.

Spesso un periodo di forte stress, cambiamenti ormonali e una dieta non equilibrata potrebbero essere causa della presenza della candida nell’uomo. Proprio per questo motivo si consiglia di partire con la prevenzione dal proprio stile di vita.

Parlando di igiene intima prevenire i disturbi sessuali, è dovuto parlare di una corretta detersione delle parti intime, prima e dopo i rapporti sessuali. Se si fa uso di alcuni sex toys, è necessario detergere anche quelli con un toy cleaner.

Speriamo che il nostro articolo sulla candida uomo asintomatica ti sia stata utile e ti invitiamo a scoprire gli altri argomenti sul nostro blog.