Ecco le posizioni sessuali che danno più piacere alle donne

Per quanto riguarda le donne, trarre appagamento dai rapporti sessuali risulta essere, non difficile, ma nemmeno così facile. Questo perché le zone erogene femminili, insieme ai veri e propri genitali, sono diversamente sensibili rispetto a quelle maschili.

Una cattiva lubrificazione, ad esempio, può causare diversi disagi durante la penetrazione, rendendo il rapporto sessuale doloroso e sgradevole. Anche la sfera mentale influisce notevolmente sul piacere sessuale provato: è importante, per le donne, che siano ben rilassate e nel giusto mood mentale, per favorire la corretta lubrificazione e il livello di eccitamento giusto. Esistono anche diverse posizioni sessuali che possono migliorare il sesso, soprattutto quelle che vedono la donna in posizione di dominio sul proprio partner.

I disturbi sessuali femminili sono un problema comune a molte donne, e se non trattati possono compromettere notevolmente sia la sfera personale e intima della donna e sia quella di coppia. In una donna che soffre di disturbi sessuali, la propria sessualità viene vissuta con la presenza di notevoli emozioni negative.

Si possono avvertire, infatti, ansia, disgusto, sensi di colpa, vergogna, tristezza, rabbia, frustrazione. Queste sensazioni, purtroppo, vengono espresse anche a livello corporeo in maniera tale da impedire o ostacolare totalmente il rapporto sessuale di coppia.

I disturbi sessuali femminili non si presentano esclusivamente a causa della donna, ma possono essere anche il risultato di un equilibrio instabile della coppia, tanto da esprimere problemi presenti nella relazione col proprio partner. Se la coppia è instabile, infatti, si possono avvertire sensazioni come tensione, conflitto, distanza emotiva, frustrazione, delusione.

Provare imbarazzo per questa situazione è di prassi, e per questo motivo si può provare difficoltà nell’affrontare il discorso e gli eventuali problemi col proprio partner. L’imbarazzo provato può peggiorare ulteriormente la relazione, aumentando le barriere e la distanza sia emotiva che fisica tra le persone partecipanti alla relazione, ovvero i due partner.

I disturbi sessuali femminili possono avere diverse cause, come ad esempio una causa organica, una causa psicologica o una causa mista. Per comprendere la natura del problema sarebbe opportuno rivolgersi a medici specializzati, come i ginecologi.

Molte donne, però, preferiscono non affrontare il problema in quanto totalmente imbarazzate dalla situazione. I disturbi sessuali possono presentarsi anche a causa della presenza di altri disturbi, come ad esempio la depressione o l’ansia, oppure a causa della presenza di malattie fisiche, recenti interventi chirurgici traumatici o possono presentarsi insieme all’assunzione di determinati farmaci o sostanze.

Come migliorare naturalmente i problemi sessuali

Per migliorare i problemi sessuali delle donne, se non hanno ragioni fisiche particolari, potrebbe essere opportuno rivolgersi a specialisti, come psicologi o psichiatri. Spesso, la presenza di problemi sessuali è legata alla sfera mentale, a traumi subiti in passato o esperienze sessuali particolarmente travagliate. Sono molte le donne, soprattutto quelle vittime di violenza, che si trovano a rivivere i traumi subiti, inconsciamente, tra le lenzuola.

Per le donne che si trovano in questa condizione anche semplicemente affrontare il problema risulta essere particolarmente difficile, com’è difficile aiutarle ad uscire da questa situazione. Quando i problemi sessuali sono invece legati a patologie già esistenti o all’utilizzo di determinati farmaci, soprattutto quelli inibitori della libido, l’unica scelta che hanno è non sentirsi a disagio in quanto non colpevoli delle proprie disfunzioni sessuali e, se presente, parlarne con il proprio partner.

Per curare i problemi sessuali è importante, prima di tutto, non trascurare e non aspettare che si risolvano da soli ma, come seconda cosa, è importantissimo non forzare assolutamente a fare cose che possono far sentire a disagio solo per compiacere il proprio partner. Chiedere aiuto in queste delicate situazioni può essere molto difficile ma assolutamente necessario.

Per le più timide, che però si sentono pronte a discutere e cercare soluzioni ai propri problemi, esistono diversi sportelli anonimi, come ad esempio chat di Internet o telefono rosa, dove sono a disposizione persone qualificate e disposte a dare tutto il supporto necessario per aiutare la persona, anche anonima, ad uscire da situazioni particolarmente delicate.

La masturbazione aiuta a combattere i disturbi sessuali delle donne

Erroneamente da ciò che si pensa, la masturbazione può essere molto utile per combattere i disturbi sessuali. L’esplorazione intima di sé stesse, infatti, può aiutare notevolmente a risolvere determinati problemi della sfera sessuale in quanto è uno strumento utile per scoprire le proprie zone erogene, aumentare la conoscenza di se stesse e del proprio corpo, riuscendo in seguito a coinvolgere anche il proprio partner.

Conoscere le proprie zone erogene e capire come stimolarle per provare piacere, infatti, può essere di notevole aiuto anche per trasmettere ciò che si è imparato e scoperto al proprio partner, per potersi dedicare insieme ai rapporti sessuali, completi e non, e aumentare così il legame e l’intimità della coppia.

La masturbazione, quindi, può essere di grande aiuto anche per aumentare il livello di autostima e di fiducia in se stesse, anche perché durante questa pratica vengono rilasciati diversi ormoni, come quello dell’ossitocina, che in elevate quantità può migliorare notevolmente il benessere psicologico, insieme all’umore.

Come affrontare il sesso se si soffre di disturbi sessuali

Per chi soffre di disturbi sessuali, pensare semplicemente al sesso può essere motivo di disagio e di imbarazzo. Per chiunque soffra di disturbi di questa natura, il consiglio potrebbe essere quello di non trascurare il problema e di rivolgersi tempestivamente da specialisti in merito, come psicologi, psichiatri e ginecologi.

Nel caso in cui il disturbo sessuale nella donna non dovrebbe essere così sgradevole, ma abbastanza da rendere il rapporto sessuale doloroso, è possibile seguire un paio di dritte per rendere l’esperienza più piacevole ed appagante possibile. Prima di tutto, potrebbe essere utile l’utilizzo di un lubrificante.

In commercio ne esistono diversi, solitamente solubili in acqua o al silicone. Si consiglia di evitare la vaselina, l’olio per i bambini e quello minerale se il partner usa il preservativo, in quanto si rischia di sciogliere il lattice e, di conseguenza, causare la rottura del profilattico. Come secondo spunto, c’è il tempo.

Anche scegliere il momento opportuno, infatti, risulta essere di elevata importanza. Per capire quale sia il momento ideale per dedicarsi ai rapporti sessuali, si dovrebbe optare per un periodo libero da momenti di stress e di stanchezza.

Nel caso in cui il problema sessuale si riscontrasse nella penetrazione, è possibile optare per attività sessuali prive di dolore, come il sesso orale o la masturbazione reciproca. Un altro consiglio particolarmente importante e funzionale risulta essere quello di svuotare la vescica e fare un bagno caldo prima di dedicarsi al rapporto sessuale.

Quali sono le posizioni sessuali che danno più piacere alle donne

Come detto, esistono diverse posizioni sessuali in grado di migliorare il rapporto sessuale dal punto di vista femminile. Le posizioni sessuali che danno più piacere alle donne risultano essere quelle che vedono la donna in una posizione di dominio rispetto all’uomo.

La posizione sessuale per eccellenza risulta essere, quindi, quella che vede la donna posizionata sopra l’uomo. In questa posizione, infatti, la donna può monitorare totalmente la prestazione, in quanto ha il controllo dell’angolazione, sulla velocità e il livello di penetrazione. Tutte le altre posizioni, ovvero quelle che vedono l’uomo in posizione di dominio, possono donare poco piacere alle donne, in quanto semplicemente succubi della volontà dell’uomo.

A molte donne questa sorta di sottomissione non dispiace, ma purtroppo non riescono a raggiungere l’amplesso mediante la penetrazione, e dovranno ricorrere a metodi alternativi per essere completamente appagate dalla prestazione sessuale.

La sfera mentale può influire sia negativamente che positivamente sul rapporto sessuale dal punto di vista femminile. Se la donna non è correttamente eccitata, proverà fatica a lubrificarsi naturalmente e dovrà ricorrere ad altri metodi di lubrificazione, come ad esempio all’utilizzo di gel o oli o la semplice saliva.

Se la donna sarà molto presa dal rapporto, invece, le possibilità di raggiungere l’orgasmo sono molto alte. Riassumendo, quindi, per la donna la sfera mentale e la partecipazione psichica sono molto importanti e di notevole rilevanza e possono essere fondamentali per la riuscita del rapporto sessuale.

Virgostill – VR Services SRL Single-member P.IVA IT 02698200991 – Sede Legale in Genova, Via Colombo 6 CAP:16121 – Cap. sociale: 10.000,00€

CarrelloX
Il tuo carrello è vuoto