frustino sadomaso

Tra le pratiche di sesso estremo non può mancare l’uso di un frustino sadomaso.

Sono in tanti a chiedersi quale sia la dimensione di eccitamento e come utilizzarlo al meglio. Tanto che, nonostante questo accessorio BDSM, non venga usato nei rapporti “normali”, tutti sono a conoscenza della sua esistenza.

Di oggetti per sessioni sadomaso, ne esistono di diverse tipologie. In base, soprattutto, al tipo di piacere che si vuole ottenere. Il frustino per sadomaso, è un oggetto del piacere usato spesso nel mondo della sottomissione e del feticismo e del BDSM.

In generale, anche se non si pratica spesso questa tipologia di rapporto sessuale, i frustini sadomaso sono comunque molto usati e apprezzati.

Questa cinghia sadomaso viene chiamata anche con il termine “scudiscio”. Si tratta di un bastoncino di lunghezza media, spesso in vetroresina, in plastica, in cuoio. Questo è rivestito in eco pelle o comunque materiali simili.

Poi, in base ai propri gusti sessuali, si possono scegliere i diversi modelli. I frustini sadomaso fanno comunque sempre riferimento al mondo del feticismo o del BDSM. Spesso sono arricchiti da borchie e dettagli hard.

In ogni caso, l’uso di questo strumento, viene spesso accompagnato da un tipo di abbigliamento molto sensuale o da un travestimento sexy. In linea generale, questo si avvicina molto più al mondo del sesso estremo, che a quello dei rapporti “convenzionali”.

Per quanto questo tipo di rapporto è da sempre stato ostacolato dalla pubblica morale, è fuori dubbio che sia praticato ormai da secoli. Come vedremo nel corso dell’articolo, infatti, queste pratiche hanno delle tradizioni secolari.

Soprattutto nei paesi orientali, questo genere di esperienza sessuale ha una grossa importanza.

Caratteristiche del frustino sadomaso

Gli strumenti di stimolazione punitiva sono composti da un’impugnatura, una termina ad anello o a ricciolo, da una corda o una linguetta finale oppure da più linguette.

Il terminale, è quello che viene a contatto con la persona che viene frustata. Il manico, invece, è quello che viene tenuto da conduce l’esperienza sessuale.

Fondamentale è l’impugnatura della frusta. Infatti, in base alle diverse impugnature, il frustino sadomaso può assumere diverse connotazioni.

Quelli più richiesti e acquistati, sono quelli con l’impugnatura di cuoio. Questo perché hanno una presa più salda, in modo da evitare che possa fuggire da mano durante il rapporto.

Il frustino, così come la cintura dei pantaloni, anch’essa molto utilizzata nel mondo del BDSM, ha due elementi distintivi: l’impugnatura e la slapper.

I frustini sadomaso sono il simbolo per eccellenza del mondo BDSM. Sono lo strumento che meglio incarna la filosofia della sottomissione e della predominanza su un altro essere umano.

Incarnano lo stesso concetto di dolore e piacere, che è proprio quello che si ricerca nel momento in cui ci si vuole sottomettere a un’altra persona.

Non è un caso, infatti, che nel corso degli anni si sia molto ironizzato su questo argomento. Ovviamente, è molto probabile che scherzare su questi argomenti, sia un modo per parlarne.

Tutti conoscono la storia del nostro Paese e quanto sia difficile uscire da certi stereotipi e tabù. Per fortuna, nell’era digitale, questi aspetti tradizionali stanno, piano piano, svanendo.

Come si usano i frustini sadomaso

Il frustino sadomaso è, come detto, lo strumento per eccellenza del mondo BDSM e dei giochi erotici. Ci sono pratiche e rituali legati a questo strumento di dominazione e del piacere. L’uso del scudiscio sadomaso ha, in realtà, origini antiche ed è davvero unico nel suo genere.

I frustini, sono da sempre utilizzati proprio con lo scopo della sottomissione ed è uno degli oggetti più eccitanti per chi si avvicina al mondo del BDSM.

Infatti, la figura del flagello o del flogger, è di per sé innocua se non si utilizza forza inutile o se non viene impiegata in modo scorretto.

Il dolore e il piacere del frustino agisce a livello erotico, ma anche psicologico. Questo perché da un grande dolore, ne consegue grande piacere. Secondo psicologi e sessuologi, tutto nasce dall’immaginazione e dall’idea di essere sottomessi che stimola l’eros e l’eccitamento.

Pare, infatti, che nasca da una percezione di pericolo e di tensione che sarebbe poi l’obiettivo delle pratiche fetish, sadomaso e BDSM.

Il sottomesso si trova in una situazione di paura, non sa cosa aspettarsi ed entra in uno stato di eccitazione. Questo non significa che bisogna scegliere dei frustini sadomaso che provocano eccessivo dolore. È tutto molto più legato all’immaginario, al pensiero del dolore che porta piacere.

Il trucco è quello di non renderlo prevedibile, di alternare, di frustare diverse parti del corpo e di alternare schiaffi con le mani.

In questi casi, si potrebbe pensare di utilizzare degli stimolanti sessuali per uomo e donna, per far aumentare l’eccitazione sessuale, senza andare a compromettere la pratica.

Infatti, è ancora più divertente e ancora più interessante, fare un mix di diverse pratiche. Insomma, una non può e non deve escludere l’altra.

Curiosità sul frustino per i sadomaso

La storia dei frustini sadomaso è da rintracciare negli antichi Egizi. Si trovano nei dipinti e nelle immagini dove i faraoni venivano mostrati con i loro scettri.

Ma una divinità, in particolare, aveva il flagello come scettro. Parliamo del Dio Abraxas, noto per la testa da gallo. Era il simbolo di un grande potere, così come lo era quello dei mandriani mentre guidavano il cocchio.

Il frustino ha da sempre avuto una valenza di potere e sottomissione, ed è un simbolo ancora adesso per chi pratica sesso estremo.

Come in ogni gioco che si rispetti, anche qui ci sono delle regole da rispettare. Anche i più esperti frustatori potranno indicare le seguenti istruzioni.

Le zone da evitare sono il viso, la testa, il collo, la colonna vertebrale e la parte superiore del bacino. Questo perché sono aree molto sensibili e quindi ritenute off limits.

All’inizio, se c’è molta inesperienza, il consiglio è quello di non esagerare in particolare sulle mani, piedi e genitali. Questo in virtù del fatto che sono zone piene di terminazioni nervose e non tutti i soggetti hanno la stessa sopportazione.

Non esagerare con l’intensità delle frustate all’interno delle braccia e dei polpacci, perché sono aree delicate soprattutto se si riceve la frustata mentre si è in piedi.

Con i frustini erotici, si può provocare il cosiddetto solletico erotico, grazie alle terminazioni del flogger. Sulle natiche e sulle cosce, sono ammessi delle frustate più vigorose, sempre rispettando i limiti di sopportazione per chi le riceve.

Non frustrare le aree in via di guarigione, quelle escoriate o con la presenza di graffi. Se il sottomesso ha dei lividi, delle escoriazioni o graffi, è bene disinfettare e bendare la zona.

Ricordare sempre di stabile la parola chiave per poter terminare quando il gioco non è più un piacere.

In caso di qualsiasi tipo di dubbio su questo argomento delicato, il consiglio è quello di leggere e documentarsi.

Diverse tipologie di frustini

In commercio si trovano diversi modelli di frustino sadomaso. Per fortuna, con l’avvento di internet è possibile acquistare questi oggetti con la massima tranquillità e discrezione.

Fino a qualche anno fa, infatti, per comprare un frustino era necessario andare in un sexy shop. E diciamola tutta, in Italia, la maggior parte di essi non era proprio il massimo in termini di ambiente.

Per fortuna, anche nel nostro Paese le cose sono cambiate sotto questo punto di vista.

Ecco, comunque, i 3 tipi di frustini sadomaso più utilizzati:

Molto spesso capita che chi inizia a utilizzare il frustino sadomaso è perché in fondo ha iniziato a trovare piacevole sculacciando il partner.

Ovviamente, dopo un po’ la classica sculacciata stanca, oltre a far arrossare le mani. Ecco, quindi, che si inizia a pensare di utilizzare i frustini per sadomaso che consentono di colpire più a lungo e senza stancarsi.

Gli esperti fustigatori, in ogni caso, non iniziano mai con frustate dall’intensità troppo alta. Anzi, modulano la frustata e l’uso del flagello man mano che il bottom cala. Nella maggior parte dei casi, infatti, si gradisce un crescendo lento quando vengono frustati.