come fare sesso orale

Vuoi sapere come fare sesso orale per soddisfare al meglio la tua o il tuo partner?

Il mondo del sesso è composto da mille sfaccettature e sono infiniti i modi per provare piacere. L’eccitazione sessuale, ad esempio, avviene tramite la stimolazione di diverse aree corporee che variano da persona a persona.

Le zone erogene non sono uguali per tutti e variano da persona a persona. Esattamente come sono vari i modi per provare piacere. Non tutte le stimolazioni che portano all’orgasmo prevedono penetrazione.

Alcune pratiche come, ad esempio, la masturbazione o il sesso orale possono risultare particolarmente piacevoli.

Come fare sesso orale: le basi

Sono molte le pratiche sessuali, comuni e non comuni, in grado di garantire orgasmi soddisfacenti. Come pratiche di sesso orale si intendono quelle mediante l’uso di:

per stimolare il pene, la vagina, o l’ano di un partner.

Risulta essere tra le azioni più diffuse. Considerata anche uno dei primi approcci al mondo del sesso e della sessualità da parte dei più giovani. Il sesso orale è generalmente praticato da tutti, adulti e giovani, sessualmente attivi.

Il sesso orale non conosce distinzioni e può essere praticato sia tra persone eterosessuali sia fra quelle omosessuali. Studi sul campo hanno dimostrato che almeno l’85% degli adulti sessualmente attivi, di età compresa tra 18 e 44 anni, hanno praticato sesso orale almeno una volta nella vita.

Un altro studio meno recente, effettuato tra il 2007 e il 2010, ha rilevato invece che oltre il 33% di ragazzi e ragazze di età compresa tra 15 e 17 anni hanno avuto rapporti orali con un partner del sesso opposto o dello stesso sesso.

Il sesso orale non prevede penetrazioni o contatti diretti fra pene e vagina. Per questo motivo risulta essere a bassissimo rischio di concepimento.

Ciò non rende la pratica del sesso orale sicura. È possibile correre rischi nello sviluppo di alcune malattie sessualmente trasmissibili. Questo avviene soprattutto tra gli individui giovani che non hanno ricevuto una giusta educazione sessuale.

Le diverse tipologie di sesso orale

Come ogni pratica sessuale anche quella che riguarda il sesso orale è composta da diverse sfaccettature.

Se vuoi migliorare le tue prestazioni sessuali, devi sapere che il sesso orale è composto da tre categorie che riguardano le zone erogene stimolate durante il sesso orale.

Il sesso orale può essere praticato da solo o insieme ad altre attività sessuali, compresi i rapporti vaginali e anali.

Il sesso orale viene utilizzato come preliminare, insieme ad altre pratiche come il petting o la masturbazione, i numeri erotici per sciogliere la tensione e dedicarsi ai piaceri dei rapporti sessuali.

Come fare impazzire una donna con la lingua

La pratica del cunnilingus, ovvero del sesso orale praticato alle donne può essere molto appagante ma anche molto deludente. Le terminazioni nervose della vulva, infatti, si concentrano in diversi punti che possono variare da donna a donna.

Per questo motivo, è importante capire come funziona l’appagamento orale, tentando di capire fin da subito quali sono i punti deboli. Prima di iniziare, quindi, sarà opportuno scegliere una posizione comoda per entrambi. Questo influisce molto sia mentalmente che sul piacere femminile.

È consigliabile stimolare ed eccitare la propria partner con carezze e baci appassionati, dedicandosi ad altre zone erogene, prima di concentrarsi direttamente sul sesso femminile.

Controllare le reazioni della propria partner è importante per capire se quello che si sta facendo piace oppure no.

Dopo questo, è possibile dedicarsi all’esplorazione del sesso femminile con un accenno di lingua prima all’esterno e poi, delicatamente, spostandosi verso l’interno.

È consigliabile non spingere e non insistere sulle grandi e piccole labbra. Esse presentano poche terminazioni nervose e la loro stimolazione viene vissuta più come un fastidio che come piacere.

Per questo motivo, per fare del buon sesso orale a una donna, è importantissimo seguire il proprio istinto e le reazioni della partner. L’organo sessuale femminile varia da donna a donna e non è possibile stabilire zone sensibili uguali per tutte.

Come fare bene sesso orale: consigli pratici

Molte donne, esattamente come molti uomini, pensano che fare del sesso orale su un uomo sia molto semplice. In realtà non è così.

Esistono, infatti, diverse guide che possono essere seguite sul come fare preliminari orali a un uomo. Tutte si basano sul seguire delle semplici regole che sono alla base della sessualità maschile.

È importante che la stimolazione del pene inizi solo con le labbra: con piccoli e leggeri baci lungo la lunghezza del pene, mentre viene accarezzato con entrambe le mani.

Si può proseguire accarezzando il pene con una mano e massaggiandolo delicatamente. Il pene, quando si trova in posizione eretta, è molto sensibile e delicato.

Per questo motivo, è importante non stringere troppo. Si può liberamente insistere con la lingua sulla pelle del prepuzio fino a che non si scopre il glande, la parte alta del pene.

Il glande è la parte più sensibile e delicata del sesso maschile è anche la più ricca di terminazioni nervose.

Una volta raggiunta la totale erezione è possibile continuare con la lingua e la bocca, ricordandosi di lubrificare bene con la saliva, per tutta la lunghezza del pene.

Da questo momento in poi, non esistono più regole da seguire. È importante solo fare attenzione alle reazioni del partner per capire bene cosa può piacergli e cosa no.

Giocare con lui stuzzicandolo fino all’orgasmo o alla decisione di sospendere la pratica per dedicarsi a qualcos’altro.

Sesso orale protetto

Esistono delle linee guida che possono essere utilizzate per capire come eseguire il sesso orale. Il segreto sta tutto nell’esperienza, nell’esercitazione e nella pratica.

Il consiglio è quello di sperimentare il più possibile insieme al proprio/propria partner per esplorare e conoscere insieme le zone più sensibili. Con la pratica, quindi, è possibile perfezionare l’arte del cunnilingus e della fellatio.

Molte malattie sessualmente trasmissibili, come altre tipologie di infezioni, possono essere diffuse praticando sesso orale. I giovani, praticando sesso orale a un partner infetto, possono contrarre infezioni alla bocca, alla gola, ai genitali o al retto.

È possibile anche contrarre alcune malattie sessualmente trasmissibili praticando sesso orale. Il rischio collegato a questa eventualità dipende da una serie di fattori come, ad esempio, la patologia, gli atti sessuali praticati e il numero di atti sessuali eseguiti.

Fare sesso orale senza preservativi porta alcuni rischi. Le tipologie di malattie sessualmente trasmissibili che possono essere contratte praticando sesso orale sono: clamidia, gonorrea, sifilide, herpes, papillomavirus Umano (HPV) e HIV.

Chi adora praticare sesso orale al partner, spesso desidera anche riceverlo. Per illuminare le tue parti intime, prova subito la crema sbiancante intima! Un prodotto unisex da usare in più parti del corpo.